Sfumature di opposti

Quando la stagione non cambia mi accorgo ancora di più di quanto tutto quello che ci circonda è come noi: ha i suoi tempi e le sue sfumature! Tutti noi la maggior parte delle volte concepiamo solo gli opposti, il bianco o il nero, buono o cattivo, felice o triste, bello o brutto, caldo o freddo. Le sfumature le reputiamo futili ma la natura e i nostri stati d’animo molto spesso provano a farcele notare.015

Complessità e cambiamento

Quante volte capita che non siamo né felici e né tristi? Quante volte abbiamo dei pensieri e delle emozioni che stanno in mezzo tra due opposti? Le stagioni mi fanno pensare che come ogni essere umano hanno delle caratteristiche di fondo ma che poi con il tempo si plasmano come cera, si modificano e diventano più complesse.

Come una futura farfalla

Ci sono stagioni come l’inverno e l’estate che hanno tratti più visibili, più marcati, difficili da cambiare come il carattere di una persona anziana. La primavera e l’autunno sono fasi di passaggio, imprevedibili con tratti a volte che racchiudono un pò di caratteristiche della stagione che viene prima e di quella che viene dopo. Sono come adolescenti, continuamente in metamorfosi. Sfumature, forza e libertà: questo è la natura e questo è ciò che vuole trasmetterci. Non sempre dovremmo aspettarci un cambiamento dalle cose che non ci vanno bene ma la vera cosa importante e che dovremmo imparare è l’adattarsi.

Kurt

Caro Piergiorgio…

mi chiamo “Kurt” (nome d’arte N.d.R) e sono un ragazzo di pochi anni più grande di te. La tua mail mi ha colpito perché mi rivedo molto in te. Sai, quando ero più piccolo, dai 16 ai 18 anni, ho cominciato anche io a stare male.  Continua a leggere Caro Piergiorgio…

Io utente esperto, faccio parte dell’equipe

Cari lettori,

con questo post abbiamo voluto un po’ giocare ad immaginarci utenti esperti in questo ambulatorio. Per ora è solo una simulazione ma la speranza è che presto possa diventare realtà [N.d.R.] Continua a leggere Io utente esperto, faccio parte dell’equipe

La mia mongolfiera

Per partire con la mia mongolfiera devo cominciare a togliere i pesi per poter staccare i piedi da terra e alzarmi in volo verso un cielo pieno di colori. Innanzitutto devo vincere le mie vertigini che mi impediscono di andare verso l’alto. La vertigine mi blocca, ma posso superare la mia paura togliendo un peso dopo l’altro; devo liberarmi dell’ansia e delle preoccupazioni e pensare che ce la posso fare a staccarmi dal suolo e ad alzarmi in volo. Continua a leggere La mia mongolfiera

Il Sole di Notte – Un’associazione di amici

Vi proponiamo le parole di Elena, associata padovana de “Il Sole di Notte”, dove ci racconta cosa fa l’associazione e come mai ha deciso di iscriversi. Se siete interessati a conoscere l’associazione, scrivete nei commenti o visitate il blog https://blog.libero.it/IlSoleTreviso/ Continua a leggere Il Sole di Notte – Un’associazione di amici

Quanto è importante prendere la malattia per tempo?

Sulla base della nostra esperienza sappiamo che rendersi conto ed intervenire per tempo è molto difficile ma importante. Questo perché non è sempre facile riconoscere i sintomi e capire che fanno parte di una sintomatologia riferibile alla sfera psichiatrica.

E soprattutto fanno paura: bisogna fare i conti con l’idea comune che la psichiatria è da evitare e che i farmaci possono fare male e tutti i vari pensieri che girano attorno allo “stigma”.    Continua a leggere Quanto è importante prendere la malattia per tempo?