Si può sempre risalire

Fin dall’adolescenza senza saperlo o volerlo ho attivato un cambiamento distruttivo nel mio modo di parlare o comportarmi nei confronti della mia famiglia. Piano piano, giorno dopo giorno, mettevo in atto comportamenti che facevano stare male i miei cari. All’ improvviso loro vedevano un ragazzo sensibile, timido ed educato diventare nervoso, impulsivo, arrogante e menefreghista.

All’ improvviso io vedevo un cambiamento delle mie emozioni e pensieri. Non sapevo cosa mi stesse succedendo. Infatti il mio modo di risolvere ciò che mi faceva stare male non aiutava affatto. Con tante fatiche e tanti avvenimenti arriviamo ad oggi.

Oggi di anni ne ho 24, tanti errori, tante cadute ma anche altrettante risalite. Il mio rapporto ora con la mia famiglia è perfetto. Nulla accade senza motivo o senza sforzo. E’ così che oggi posso dire che, dopo aver fatto pace con me stesso, essere cresciuto ed essermi aperto con loro tutto è migliorato. Non siamo tutti uguali e ognuno ha i suoi tempi e anche una volta toccato il fondo si può sempre risalire. Purtroppo i miei genitori non avevano gli strumenti per farmi uscire dal pozzo ma hanno fatto la cosa più bella ed importante: mi hanno aspettato fuori dal tunnel.  

Kurt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.