Chef di strategie per la famiglia

Il rapporto con la famiglia quando si soffre e si hanno i primi sintomi è difficile. Quando si comincia a stare male si mettono in atto comportamenti che fanno incrinare il legame con loro.

Spesso si comincia ad usare sostanze, a chiudersi in se stessi, a diventare scontrosi e a colpevolizzare tutto e tutti quando in realtà spesso siamo noi a rapportarci in modo sbagliato. 

Entrare in comunità

Nella mia esperienza, un distacco dalla famiglia e l’astinenza da sostanze sono state possibili con l’entrata in comunità.  Questa opportunità e la mia volontà hanno creato una situazione favorevole per risanare i rapporti. Ho capito che per loro è difficile capirmi soprattutto se al posto di parlare cerco di comunicare con le azioni. L’arroganza in questi casi non paga mai, si deve avere fiducia nelle persone che ci vogliono bene e loro devono averla in noi.

Cosa aspettarsi dagli altri?

Il percorso qui mi sta aiutando nel cambiare il mio modo di pormi, ora se qualcosa non va ne parlo in modo tranquillo, con rispetto e senza aspettarmi qualcosa da loro. Ora con i miei familiari vado molto d’accordo e sia loro che io siamo contenti di questo. La seguente è una frase fatta ma io la trovo molto vera: capisci il valore di una cosa solo quando la perdi. Le emozioni che provo per i miei genitori, i miei fratelli e il resto dei miei parenti sono: orgoglio per quello che sono riusciti a fare, tanto affetto e tanta gratitudine per ciò che continuano a fare per me. Credo che per andare d’accordo non bisogna aspettarsi ne pretendere nulla perchè sarebbe un comportamento egoista.

Kurt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.